bach-flower-therapy-1543107_1920

I fiori di Bach

bach-flower-therapy-1543107_1920

 

Tutti abbiamo sentito parlare dei fiori di Bach e magari molti di noi li hanno usati.

Approfondiamo un po’ la conoscenza di questi rimedi semplici e delicati ma potenti nell’agire sui nostri stati emotivi.

I fiori di Bach sono un insieme di 38 fiori che, secondo le scoperte del medico inglese Edward Bach, vanno ad agire su stati emotivi ben precisi e permettono di riequilibrare le emozioni negative e i conseguenti sintomi fisici.

Inizialmente Bach identificò 12 fiori, chiamati “dodici guaritori”, a cui aggiunse gli altri successivamente per approfondire il trattamento degli squilibri emotivi.

Il pensiero di Bach parte dalla visione olistica dell’individuo in cui psiche e corpo sono un’unica cosa e quindi le espressioni dell’uno sono correlate a quelle dell’altro: un determinato stato emotivo porta a un sintomo fisico e, viceversa, un sintomo e quindi la malattia provoca un’emozione diversa in ogni individuo. Se si agisce su questi stati emotivi possiamo andare ad agire anche sui sintomi fisici in modo che questi diminuiscano o scompaiano.

Questi rimedi possono essere utilizzati da tutti senza problemi di “effetti collaterali” perchè il loro compito è quello di riarmonizzare energeticamente il nostro stato emotivo.

L’utilizzo più comune è quello di assumere per bocca poche gocce al giorno di una miscela, preparata con acqua e alcuni fiori identificati ad hoc.

Si può però anche diluire in una bottiglia d’acqua alcune gocce della preparazione “madre” di un determinato fiore per poi consumarla nell’arco della giornata.

Oppure, ancora, è possibile diluire alcune gocce in acqua per poi fare pediluvi o bagni oppure utilizzarli nelle preparazioni cosmetiche (creme, bagnoschiuma e shampo).

0