Le proprietà fitoterapiche del rosmarino
18 giugno 2018
La curcuma: molto più di una semplice spezia
18 luglio 2018

Anche lo yoga ci può aiutare per la “prova costume”

Lo yoga non ha sicuramente delle finalità estetiche, però la pratica di alcune asana può aiutare a eliminare il gonfiore addominale.

L’addome è contenuto nella cavità formata dalle ossa del bacino che possono ritrovare l’elasticità, eseguendo apposite asana di apertura e chiusura. Questi movimenti garantiscono un massaggio continuo degli organi addominali, che ne migliora la funzionalità ed elimina il gonfiore.

Vediamo quali sono le asana che ridanno elasticità al nostro bacino:

1) In posizione eretta, appoggiare le mani sulle creste iliache, penetrare con i pollici tra l’osso e l’addome, quindi, in inspirazione ruotare il pube in avanti e in espirazione portarlo indietro. Ripetere il movimento più volte, fino a sentire leggerezza nel tratto dorsale.

2) In posizione seduta, penetrare leggermente con entrambe le mani 10 cm sotto l’ombelico. Quindi in inspirazione lasciare andare le mani, seguendo il movimento dell’addome, e in espirazione premere ancora più in profondità. Ripetere almeno 3 volte.

3) In posizione supina con le gambe flesse e i talloni vicini al gluteo, appoggiare le mani sulle creste iliache, salire con la colonna una vertebra alla volta fino ad arrivare nel mezzo ponte (la testa rimane a terra appoggiata alla zona cervicale), ruotando contemporaneamente il pube verso l’alto. Evitare di divaricare le ginocchia. In espirazione compiere la discesa, sempre lentamente vertebra dopo vertebra. Ripetere più volte.

0